Donnas

Donnas2

 

La zona “Donnas” comprende i Comuni: Perloz, Pont-Saint-Martin, Donnas e Bard.

Appena varcato il confine valdostano, l’occhio è immediatamente catturato dai vigneti che si arrampicano sulla montagna. Per combattere la pendenza dei terreni, che in alcuni casi sfiora il 120%, sono stati creati dei terrazzamenti sostenuti da muri in pietra edificati a secco, il cui vantaggio è quello di ottenere superficie coltivabile, negando ogni forma di meccanizzazione. Questi manufatti possono essere alti fino a cinque metri e sono collegati tra loro da numerosi ripidi scalini in pietra. Oltre a caratterizzare in maniera esclusiva il territorio, proteggono i pendii dall’erosione, riducendo la possibilità di frane e smottamenti, e hanno un ruolo di rilievo nel ciclo vegetativo delle viti. Infatti, le pietre durante il giorno catturano il calore del sole trattenendolo a lungo, salvaguardando quindi il terreno dalla forte escursione termica notturna. A tutto questo si abbina la coltivazione a pergola alta, sostenuta da pali in legno o da caratteristici pilastrini in pietra e l’unica capace di sfruttare al meglio il ristretto spazio di terra dei terrazzamenti,

Al fine di rendere più agevole l’accesso si può utilizzare una panoramica “strada dei vigneti”, posta sulla fiancata della montagna tra Donnas e Pont-Saint-Martin, mentre, per favorire i lavori dei vignaioli, sono state costruite delle monorotaie che facilitano molteplici attività.

Per ciò che concerne i vitigni caratteristici, in questa zona a fare da padrone assoluto è il nebbiolo. In Valle d’Aosta viene chiamato Picotendro, biotipo riconosciuto sia da un punto di vista tecnico che scientifico.

 

Mappa_Donnas

Comments are closed